Fai un sopralluogo! – Secondo Episodio: Falerone

Falerone

11703348_903438349724004_479058700470025846_o

A Falerone è stata la volta del parco archeologico in località Piane di Falerone. I Romani scelsero di fondare Falerio Picenus lungo il fiume Tenna. L’area si sviluppa per circa 30 ettari a ridosso della strada provinciale ed include i resti del monumentale Teatro, dell’Anfiteatro, dell’Acquedotto ed i resti di altri edifici pubblici e privati.
Il teatro si erge isolato nella campagna all’ombra di una gigantesca quercia, è uno degli edifici teatrali romani meglio conservati delle Marche di età augustea. Anche se saccheggiato nella sua decorazione, al Museo archeologico “Pompilio Bonvicini” di Falerone si possono vedere le statue provenienti dal teatro. Si stima avesse una capienza di 1600 posti a sedere. Ad oggi possono essere ammirati i primi due ordini della cavea, l’orchestra, i due ingressi laterali, il proscenio e quello che rimane dell’apparato scenico. Bisogna lavorare di immaginazione! Dobbiamo pensare che la malta cementizia era coperta di mattoni riccamente rivestiti di marmo e decorati con sculture e opere d’arte celebrative e di propaganda.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Con Tau si può tornare indietro nel tempo e rivivere il teatro come facevano i Greci ed i Romani.

To be continued…

Annunci

Un pensiero su “Fai un sopralluogo! – Secondo Episodio: Falerone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...