Il circo contemporaneo: viaggio tra emozione, spettacolo e sperimentazione

Quando si pensa al circo, l’immagine che appare nelle nostre menti è perlopiù legata all’idea di circo di inizio Novecento: un grande tendone colorato, intrepidi acrobati, numeri spettacolari, ammaestratori e animali, spesso pericolosi o esotici, ma anche uno stile di vita nomade, caratterizzato da un romantico sentimento di ribellione e avversione alla società del tempo.

Oggi la situazione è molto diversa, anche grazie a un mutamento di tempi storici, con la depressione economica e le nuove guerre, e di gusti del pubblico, che dimostrava di non gradire più l’uso degli animali per scopi di intrattenimento. La svolta nella storia del circo si fa risalire al 1972, quando in Francia nacque il Centre de Formation des Arts et Techniques du Cirque e Mime: qui, oltre alle tradizionali discipline circensi, venivano insegnate anche tecniche di altri generi, quali il teatro, la danza ed il mimo. Da questa innovazione nacque il noveau cirque, il circo contemporaneo, capace di combinare elementi e magia del teatro classico con tradizionali tecniche del palcoscenico, che si estese in tutto il resto del mondo.

 

la-et-cm-toruk-avatar-review-20161104

 

Seguendo l’interesse per la sperimentazione e la mescolanza di codici, il circo si affranca così sempre di più dalla sua dimensione tradizionale, rinunciando al nomadismo, agli animali e alla struttura familiare delle compagnie, per approdare a una nuova concezione e una nuova dimensione: se la base rimane sempre il virtuosismo, la prestanza fisica, la spettacolarità delle pratiche classiche come il funambolismo, le acrobazie e la giocoleria, nel circo contemporaneo è la ricerca dell’emozione oltre la pura abilità, di un significato da veicolare e di un legame da stabilire col pubblico a fare la differenza. Viene a crearsi dunque uno spettacolo indipendente e completo, supportato da una regia, da un tema e da una traccia, in cui al centro si trova l’artista, che porta in scena la sua umanità, le sue capacità e anche le sue debolezze.

La linea di confine tra le varie discipline e arti sta diventando più labile e sottile, e questo permette al circo di spingersi costantemente oltre i propri limiti, sperimentando, innovando, senza perdere di vista il vero obiettivo di ogni compagnia e di ogni artista: realizzare, tramite la pratica e l’esercizio, qualcosa di inconcepibile per lo spettatore, portando in scena l’impossibile.

Il più celebre circo contemporaneo è sicuramente il Cirque du Soleil. Nato in Canada nel 1982 inizialmente come festival di artisti di strada, è riuscito rapidamente ad affermarsi nel mondo dello spettacolo, diventando un vero e proprio fenomeno internazionale, capace di attrarre non solo famiglie e appassionati, ma un pubblico virtualmente illimitato. Le sue principali caratteristiche stilistiche sono l’assenza di animali, la centralità della musica e l’uso di tecniche attoriali e coreografiche da parte dei performer, che devono anche adattarsi a un tema di fondo.

 

circo

 

Sempre in Canada, paese noto per i suoi investimenti nel campo della sperimentazione artistica, nasce nel 2002 anche il circo Les 7 Doigts de la main. A differenza del Cirque du Soleil, Les 7 Doigts de la main ha un approccio intimo e familiare e ricerca sia sperimentazione che connessione emotiva nelle loro produzioni. Tra numeri vertiginosi, attrezzi affascinanti e strutture impressionanti, gli artisti cercano un rapporto con il pubblico: si presentano, raccontano le loro storie, mostrano la loro personalità, per far sì che gli spettatori abbiano a cuore i performer, percepiscano la concretezza del rischio e si emozionino insieme a loro.

 

7-Fingers_3_RGB_1200x801

 

La situazione italiana non è certo come quella canadese, dato che ancora si fatica a trovare, all’interno dei circuiti destinati al teatro, spettacoli di circo contemporaneo: nonostante gli stimoli giunti anche nel nostro Paese a partire dagli anni ’80, infatti, la risposta al circo contemporaneo è stata debole in virtù della presenza di famiglie tradizionali ormai forti e affermate, come gli Orfei e i Togni. Tuttavia, negli ultimi anni la tendenza sembra essere cambiata e sono sempre più le compagnie italiane che si fanno spazio nel panorama teatrale sperimentando e sviluppando le potenzialità del circo contemporaneo. Su tutte, basti citare la compagnia El Grito: operativa dal 2007, con 8 spettacoli all’attivo, questa compagnia propone un “circo contemporaneo all’antica”, basato su spettacoli intimi, delicati ed intelligenti, e spazia tra gli ambiti della danza, del teatro, della musica e della letteratura.

 

EL-GRITO

 

È questa fluidità e commistione di generi la chiave per l’affermazione del circo contemporaneo, che, proprio in virtù della sua abilità di coniugare varie discipline mantenendo sempre la sua peculiarità, ha la potenzialità di attrarre un nuovo e più ampio pubblico. Attualmente è arrivato in Parlamento anche il dibattito sugli incentivi agli spettacoli che non utilizzano gli animali, e dove si usa per la prima volta l’espressione circo contemporaneo. Inoltre, con il decreto “Valore Cultura”, una parte del FUS è ora destinata anche ai Circhi e allo Spettacolo Viaggiante.

Negli ultimi anni l’interesse per il circo è aumentato notevolmente: il suo successo, come detto, va ricondotto alla sua capacità di comunicare col pubblico in modo immediato, secondo un linguaggio universale che parla di bellezza, di passione, di verità e di umanità. Il circo crea un legame empatico tra artista e spettatore che trascende le diverse generazioni e supera ogni barriera, facendo leva su qualcosa che ci accomuna tutti: la capacità di meravigliarci ed emozionarci.

 

IMG_4143

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...